Il progetto Forgotten nasce dall’esigenza di valorizzare il patrimonio architettonico contemporaneo della città di Roma attraverso l’arte urbana. Riscontrando che alcune categorie di edifici rischiano di essere “dimenticate” dal cittadino, che non ne riconosce più la centralità sociale, culturale e urbanistica, l’obiettivo del progetto è quello di riportare l’attenzione su alcune tipologie edilizie – ritenute ad alto potenziale qualitativo – attraverso interventi artistici mirati, corredati da una serie di iniziative atte alla partecipazione attiva della cittadinanza. Lo scorso anno, è stato selezionato il Portogallo, in quanto Paese dalla realtà artistica urbana significativa, non ancora sufficientemente approfondita nel panorama romano. Grazie alla collaborazione con l’Ambasciata del Portogallo in Italia e l’Istituto Camões, è stato possibile selezionare cinque artisti rappresentativi delle diversi correnti portoghesi, scelti secondo i criteri di tecnica, background e poetica, quali Bordalo II, Add Fuel, Frederico Draw, Daniel Eime, Miguel Januario (Maismenos). Con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma e la Casa dell’Architettura di Roma, sono stati toccati temi importanti quali cinema chiusi, ex fabbriche, mercati rionali, aree dismesse e piccole stazioni; sono stati realizzati quattro interventi murali permanenti e tre installazioni site specific; sono stati coinvolti i municipi sia del centro storico (I,II) che della città consolidata (XI,XII); sono state invitate a partecipare attivamente al processo diverse realtà del territorio tra le quali Casa del Cinema,Teatro di Roma, Open House Roma, Università degli Studi di Roma La Sapienza, Ferrovie dello Stato, Ama. Oltre a patrocinare l’intero progetto, cui hanno preso parte giovani curatori, fotografi e videomaker, il Museo di Arte Contemporanea di Roma ha ospitato la mostra FORGOTTEN... (THE EXHIBITION) dal 13 aprile al 21 maggio 2016 (con relativo catalogo). PORTUGUESE EMBASSY IN ROME Link al sito del progetto